sabato 9 maggio 2009

I film più bizzarri che ho visto

IL GIGANTE DI METROPOLIS di Umberto Scarpelli, un gruppo di poveri contadini dell'Antichità raggiunge una futuristica a metà tra Atlantide e Metropolis (proprio quella del film di Fritz Lang), tutti vengono uccisi tanne il baldo Gordon Mitchell, il quale viene sottoposto dal crudele dittatore della città, Yothar, a prove di resistenza, perchè Yothar, essendo anche un grande scienziato, vuole utilizzarlo per creare l'uomo perfetto.
Un insolito miscuglio di peplum e fantascienza, gli effetti speciali sono caserecci, ma il design futuristico della città tecnologica ante-litteram è accattivante. Da riscoprire.

SHE di Avi Nesher. Dovrebbe essere un adattamento del romanzo omonimo di Henry Rider Haggard, ma si tratta in realtà di un miscuglio di fantascienza post-atomica, fantasy e delirio totale. Tra guerrieri, nazisti, comunisti, liantropi e un omone vestito da ballerina (!!!) si muove la bella Sandahl Bergman, reduce dal successo di Conan Il Barbaro di John Milius. Nel cast anche Gordon Mitchell, il quale in una recente intervista ha raccontato come il regista israeliano non avesse la minima idea di come girare un film. Chissà se i produttori lo sapevano?

THE CREEPS. Uno scienziato decide di riportare in vita Dracula, l'Uomo-Lupo, Frankenstein e la Mummia, ma per sbaglio i tre classici mostri si trovano tramutati in tre...nani. Folle produzione della Full Moon all'insegna del trash assoluto.

L'UMANOIDE di Aldo Lado. Produzione italiana ispirata a Guerre Stellari, ma talmente scalcinata da far sembrare Starcrash di Luigi Cozzi l'erede della Corazzato Petemkin e di Quarto Potere. Richard Kiel è un omaccione che attacca intere città, un bambino tibetano (il Dalai Lama o il Karmapa?) è l'unica speranza di salvezza dell'umanità, i cattivi sono tutti vestiti da Darth Vader, le musiche di Morricone sembrano fatte con uno xilofono in un momento di crisi creativa. Ma che stanno facendo tutti? Unica nota positiva la versione fantascientifica della Contessa Bathory interpretata da Barbara Bach, ma troppo poco per salvare il film. Sembra che il vero regista della pellicola fosse stato Enzo G. Castellari, ma siamo lontanissimi dai picchi dei suoi Keoma e Jonathan degli Orsi.

VLAD TEPES- THE LEGEND OF DRACULA aka SELEN'S DRACULA di Mario Salieri. versione porno del celebre romanzo di Stoker interpretata da "specialisti" del genere, quali Selen, Ron Jeremy, Roberto Malone e Deborah Wells. Incredibilmente tra una "ammucchiata" e un incipit che riproduce in povertà di mezzi quello del Dracula di Coppola, compaiono sequenza splatter con un boia che estrae budella dal torace di un malcapitato, sangue che cola da una maschera di pietra, la sposa del conte vampiro che si suicida ingerendo un veleno verdognolo. Su tutto un'atmosfera malinconica e decadente, accentuata anche dalla scelta stilistica di non mostrare mai Dracula, ma farne sentire solo la voce. Uno strano caso di porno autoriale.

LA BATTAGLIA DEL PIANETA PERDUTO. Chiedo scusa se non sono sicurissimo del titolo di questo film che vidi molti anni fa. Un astronauta sbarca su un pianeta sconosciuto e vi incontra neinte meno che una banda di motociclisti, che peraltro paiono delle comparse scartate da I Guerrieri della Notte, e decide di aiutarli nella lotta contro uno scienziato pazzo. L'idea di partenza è di per sè delirante e lo svolgimento anche peggio: l'astronave dell'eroe è in pratica un modellino di aereo, identico ad una con cui io giocavo da piccolo, la recitazione dilettantesca. La scena clou resta comunque quella in cui un mostro alieno animato in stop-mation osserva da dietro un cespuglio l'eroe e la sua bella fare l'amore.

9 commenti:

Maurizio Ercole ha detto...

Lo sapevo... la lista si preannunciava molto interessante! Il primo, confermo, è veramente uno dei più bizzarri che il nostro cinema abbia mai prodotto. L'ultimo, per via degli alieni in stop-motion, mi ricorda Laserblast (che ti consiglio) ma non credo sia lui.

Paolo Motta ha detto...

Maurizio- Laserblast l'ho solo sentito parlare. D'altronde è un film della Empire/Full Moon, da sempre garanzia di (bassa) qualità.
La Battaglia del Pianeta Perduto (o Proibito, non ricordo) è un filmetto italiano uscito solo come home video negli anni '80 o giù di lì.

silvano ha detto...

Di questo elenco di cinecazzate ho visto solo "il Gigante di Metropolis" , "L'Umanoide" e il porno Dracula ... ma tu conosci "Terror il Castello delle Donne Maledette " o " la Bestia nello Spazio" ? se la risposta è "NO" fai che ti ho consigliato altre 2 gemme x arricchire la tua cultura ...
PS Castellari ha fatto Jonathan diversi anni dopo "L'umanoide" ...

Francesca Paolucci ha detto...

Nel mio post di oggi su 'E Tenebris In Lucem' parlo proprio di 'Terror! Il castello delle donne maledette'!

Paolo Motta ha detto...

Silvano- Terror è un film che cerco da anni. Ho saputo che è uscito per la RaroVideo, ma in videoteca non l'ho mai trovato.
La Bestia nello Spazio non so che film sia, ma il titolo mi ispira.

Paolo Motta ha detto...

Francesca- Ho visto e commentato:-)

silvano ha detto...

LA BESTIA NELLO SPAZIO è il remake in chiave SF ( vabbè si fa x dire ) del film LA BESTIA di Valerian Borowzycz ( credo si scriva così ma non ci giurerei ) , probabilmente partendo dall'idea che la protagonista del film originale si trovava in Italia a girare Z-movies ... ne esistono varie versioni alcune con inserti hard a caso , pratica piuttosto comune negli anni '70 ...

MaGiLLa ha detto...

Non ne ho visto nemmeno uno!!! Incredibile!!!

Paolo Motta ha detto...

Magilla- non sono film molto noti, poi certe trashate arrivano gisuto sulle TV locali:-)