lunedì 27 aprile 2009

Melinda "Mindy" Clarke: My Favorite Mistress





Probabilmente tutti la conosceranno più che altro per aver fatto la parte della matrigna cattiva di una delle protagoniste del serial teenageristico The O.C., ma sicuramente Melinda Clarke ha un posto speciale nel cuore degli amanti di B-movie, come pure per i culturi di serie TV.
Californiana, classe 1969, Melinda è figlia di una ballerina e di un attore di soap opera e comincia a recitare proprio al fianco di suoi padre. Il suo curriculum è in prevalenza televisivo, ma può vantare caratterizzazioni molto azzeccate: in CSI interpreta la dominatrice sado-maso nota come Lady Heather, mentre in un episodio dello splendido western fantascientifico Firefly è una prostituta che ha un flirt con il capitano Mal Reynolds (Nathan Fillion), mentre nella sit-com Reaper è un'ingenua donna concupita da Satana in persona del quale ha messo al mondo un figlio. In Xena veste i panni dell'ambiziosa amazzone Velasca che combatte contemporaneamente la Principessa Guerriera Lucy Lawless e la sua arcinemica Hudson Leick. Da notare che in realtà Melinda è amica della Leick e in rete erano circolate voci di un rapporto saffico tra le due.
Al cinema invece mi va di ricordarla per due suoi film particolarmente riusciti: il primo è Il Ritorno dei Morti Viventi 3 di Brian Yuzna. Qui l'abile Yuzna, già produttore di Re-Animator e regista di Society, reinventa in chiave frankensteiniana e vagamente sado-maso la saga degli zombi mangia-cervello inventati da Dan O' Bannon: nel film la bella Julie viene riportata in vita dal suo fidanzato, ma il suo unico modo per conservare la sua umanità e non cedere alla fame "zombesca" è infliggersi dolore fisico. L'altro film è una folle pellicola spagnola La Lengua Asesina- Killet Tongue, dove Melinda è la proprietaria della lingua del titolo (!!!). Nel film recita anche Robert England.
Con i suoi occhi di cristallo, un fisico mozzafiato e la chioma rossa (o nera o bionda a seconda del ruolo) Melinda è già di per sè tra i miei sex-symbol personali, ma non posso che immaginarmela in azione, infliggendo tremende torture come una vera icona s/m.

4 commenti:

ramon ha detto...

holy regina, non la ricordo, imperdonabile.Donne, donne, che arriva l'estate.

Paolo Motta ha detto...

Ramon-She is not very famous, don't worry.
I will post other women's profile in the next days;-)

amal ha detto...

;) scusami per il commento. ti ho mandato ora una mail in proposito, controlla nello spam che spesso yahoo me le sposta lì. scusami ancora.

Paolo Motta ha detto...

amal- si ho ricevuto la mail, grazie:-)